Polo Universitario – Aosta

Progetto palazzina in BIM
6 Febbraio 2019
Committente:

Regione Val D’Aosta

Architetto:

Mario Cucinella Architects srl, Bologna

Cliente:

Univallèe

Appaltatore:

Univallèe Scarl, Saint Christophe (AO)

Il Progetto della Nuova sede del Polo universitario si differenzia come scelta dei materiali per i vari prospetti.
Il prospetto Ovest prevede una facciata a tutta altezza di edificio che racchiude la grande hall dell’edificio; le strutture portanti principali della facciata sono costituite da “Centine in Acciaio” poste su piani paralleli distanziati di 2 m variamente sagomate al fine di ottenere la sagoma fluida del prospetto.
Lo Studio MCA ha ideato una composizione architettonica di prospetto a rigature orizzontali anch’esse curvilinee in pianta che alternano seguendo la verticale elementi scatolari di altezza 20 cm “in superficie esterna in Solid Surface “Betacryl” fissati a sbalzo mediante lame di acciaio alle centine”, a nastrature composte da: vetri inseriti in guide a taglio termico e pannelli in lamiera isolati ad andamento poligonato. Anche tali nastrature si adattano alle geometrie alle differenti curve piane del Solid surface poste ai vari livelli di quota.
Per la forma geometrica propria del progetto ove ogni componente risulta di dimensioni uniche, ma ancor di più per l’inserimento in facciata di elementi portanti scatolati in lastre di Betacryl da 12 mm a pareti sigillate e lastre supportate da materiale composito e isolante, la facciata nel suo complesso realizza un progetto “Prototipo sperimentale” e pertanto è stata sottoposta a rigidi test per la marcatura CE e le norme d’uso.

Il sistema di facciata è stata denominata con nome commerciale “Chateau Blanc” in ragione anche delle varie tonalità adottate dall’architetto che ha inteso riprodurre per le facciate uno spaccato di una parete di un ghiacciaio.
A seguito dei test eseguiti secondo prestazioni positive alle più elevate classi richieste la facciata della hall è stata classificata secondo la norma prodotto UNI EN 13830 ed integrata con ulteriori test volontari di durabilità ai cicli termici ambientali e classificata con “reazione al fuoco”secondo UNI EN 13501-1 pervenendo alla Classe B-s1,d0 nel suo complesso avendo testato anche i tratti di facciata ove presenti i giunti di dilatazione tra i vari cassoni posti sul piano mediano delle centine.
Gli elementi scatolati in Betacryl sono poi suddivisi in due semigusci ricomposti lungo il piano medio dei vetri e dei pannelli ove sono inseriti speciali profili a taglio termico atti a migliorare le prestazioni di facciata previste per il rigido clima invernale di Aosta; la trasmittanza media di facciata è stata verificata dallo Studio Cattivelli con programmi di calcolo considerando le varie configurazioni dei tratti di facciata pervenendo a Trasmittanza termica Ucw = 1,06 W/m2K.